Archivio | 19:49

Abitudine o scherzetto?

7 Feb

Svariati studi di neuroscienze dicono che per l’80% compiamo azioni automaticamente.

Il nostro cervello è abitudinario.

Memorizza passaggi, gesti, reazioni… e poi ci fa muovere, rispondere, reagire in molti contesti, in molte situazioni in modo automatico.

Perché?

Perché il cervello rifugge la fatica e contemporaneamente si mette in modalità “risparmio energetico” per sopravvivenza.

Per certi versi va benissimo così, però rischia di perdere la sua elasticità e la sua capacità di adattamento e di risoluzione.

Allenare il nostro cervello cambiando di tanto in tanto delle abitudini è salutare perché così facendo lo aiutiamo a “mantenersi in forma”, diciamo così.

Come possiamo farlo?

Cambiando la strada che percorriamo tutti i giorni per andare a lavoro; mescolando il caffé ogni volta con una mano diversa; cambiando il posto in cui riponiamo alcuni oggetti; cambiando la routine del mattino, ecc.

Io, per esempio, ogni tanto cambio la posizione del portaspazzolino e dentifricio.

Puntualmente il cervello comanda alla mia mano di andarli a prendere nel posto precedente ma…. Scherzetto!… lì non ci sono più.

Che ridere!

La reazione di stupore, smarrimento, disorientamento che provo è incredibile.

Resto di stucco e incredula pensando in quella frazione di secondi “Ma… dove sono finiti?!”, mentre contemporaneamente il cervello sta realizzando e mi sta comunicando che li ho spostati dalla parte opposta “Che scema!”.

O dovrei dire “Che scemo! Ti ho fregato anche questa volta.”.

Prova a farlo (se già non lo fai) e poi raccontami cosa provi, come reagisci, cosa pensi… se viene da ridere anche a te.

È anche un buon modo per alimentare il buonumore. Ahahahah!!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: