DIVERSAetnem

23 Set

“Immagina cinque scimmie dentro una gabbia. Appendi una banana a una corda dentro la gabbia e piazza una scala al di sotto. Poco dopo una scimmia si avvicina alla scala con l’intenzione di raggiungere la banana. Appena la scimmia tocca la scala, tutte le altre scimmie vengono spruzzate con acqua gelata. Dopo un po’, una seconda scimmia fa un altro tentativo con il medesimo risultato: tutte le scimmie vengono spruzzate con acqua ghiacciata. Ben presto, non appena una delle scimmie tenta di salire sulla scala, le altre cercano di fermarla.

Ora, elimina l’acqua fredda. Togli una delle scimmie dalla gabbia e sostituiscila con un’altra. La nuova scimmia vede la banana e vuole salire la scala. Con sua sorpresa tutte le altre scimmie l’attaccano. Dopo un altro tentativa e un altro attacco, capisce che se prova a salire la scala sarà assalita.

Successivamente, togli dalla gabbia un’altra scimmia del gruppo originario e fanne entrare un’altra al suo posto. La nuova arrivata si avvicina alla scala e viene attaccata. La penultima entrata prende parte alla punizione con entusiasmo.

Ancora, sostituisci una terza scimmia. La nuova va alla scala e viene attaccata. Due delle quattro scimmie che l’aggrediscono non hanno idea del perché non le permettano di salire le scale o del perché partecipino all’attacco contro l’ultima arrivata.

Rimpiazzando anche la quarta e la quinta scimmia, tutte le scimmie che sono state spruzzate con l’acqua gelata saranno state rimpiazzate. Ciononostante, nessuna scimmia si avvicina più alla scala.

Perché?

Perché, per quanto ne sanno, è sempre stato così.

Non fare come le scimmie. Sfida tutti gli assunti.” (Michael Michalko)

4 Risposte a “DIVERSAetnem”

  1. Alfonso 23 settembre 2010 a 15:38 #

    Molto vero questo scritto che è paradigmatico della realtà quotidiana, dove sovente ci si ritrova “instradati” come un gregge senza comprendere il perchè o per come di quello che sta accadendo intorno a noi.
    Personalmente proprio in virtù di questo cerco di mettere in atto quando è possibile questa massima di D’Annunzio, “Memento audere semper”

    • frafalla 23 settembre 2010 a 17:50 #

      Le menti sagge! 🙂

      Comunque, hai ragione. Oggi, più di ieri, si tende a seguire la “massa”. “Tutti lo fanno, quindi posso farlo anch’io”: trattasi di azioni positive o negative. Come hai ben scritto, si è tante pecorelle, aggiungerei, smarrite sotto la guida di chi vuol che si facciano i suoi interessi. Quei pochi che si distinguono o vengono emarginati o etichettati “pazzi”, “strani”, “diversi”.

  2. Mr.Loto 29 settembre 2010 a 09:36 #

    Questa storia da molto da riflettere.

    • frafalla 29 settembre 2010 a 10:15 #

      È importante riflettere. È fondamentale che le menti tornino a pensare. Troppo torpore e omologazione, a mio parere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: