Internet, premio nobel per la pace!

19 Nov

Science for peaceNavigo in acque virtuali quando mi imbatto in questa notizia: Riccardo Luna, direttore di Wired Italia, vuole proporre la candidatura di internet al premio nobel per la pace 2010.

Alter ego: “Internet… chi?”

Io: “Dai, starai scherzando! Non sai chi è internet? Quel tipo dai mille volti e i mille colori! Un po’ meccanico nelle sue relazioni; a volte ingestibile, ribelle. Sempre a disposizione di tutti, nel bene e nel male. Ora hai capito?”

Alter ego: “Scusa, eh, ma non ne sono sicura. Internet, cioè il computer? Una scatoletta di chip, microchip, schede grafiche, schede video… Non scherzare! Non è possibile! Non è un essere umano!”

Io: “Proprio lui. Un signore vuole proporne la candidatura. Dice che sia un’arma di costruzione di massa e per questo va riconosciuto e premiato.”

Alter ego: “Un’arma??? Vuole proporre la candidatura di un essere inanimato definito arma? Ma l’arma ha un’accezione negativa nell’immaginario, nel vocabolario collettivo; e la candidiamo al premio nobel per la pace? Con le armi si uccide!”

Io: “Non so che dirti! Hai ragione. Magari pensano che siano elementi trascurabili se ci si concentra sul fatto che internet è utilizzato da miliardi di esseri umani per comunicare, collaborare, condividere, costruire, progettare. Credo sia l’unica spiegazione valida e condivisibile. Comunque è proprio quello che vogliono fare. E, a quanto pare, ne parleranno in occasione del progetto Science for peace, nato su iniziativa del dott. Veronesi. Un evento di portata mondiale che vedrà la partecipazione di premi nobel in carne e ossa e di personalità di spicco dei più svariati settori. Un appuntamento molto importante e interessante!”

Alter ego: “Boh! Allora non ci resta che fare un sopralluogo e approfondire l’argomento.”

Io: “Credo proprio di si!”

(frammento di dialogo col mio alter ego)

9 Risposte a “Internet, premio nobel per la pace!”

  1. violaceo 19 novembre 2009 a 13:28 #

    La trovo una proposta sensata, così a scatola chiusa (‘stasera mi guardo il filmato e approfondisco). Internet è un grande strumento per apprendere, comunicare, esprimere idee e creatività. Credo che generi equilibrio, in generale.
    Comunque mi piace anche il tuo dialogo interiore, ti leggo sempre molto volentieri 🙂

    • frafalla 19 novembre 2009 a 13:42 #

      😉 gracias! 😀
      A dir la verità, credo si sia evinto dal mio dialogo interiore, sono combattuta. Il solito dilemma degli opposti: bene-male, positivo-negativo, bianco-nero…. Ma io preferisco le sfumature!!! 😀

      • violaceo 19 novembre 2009 a 13:54 #

        ah beh, io più che un pacato dialogo interiore ho un vero e proprio dibattito tra tinte forti.
        Comunque pur essendo d’istinto più d’accordo con te che con il tuo alter ego, credo che sì, un sopralluogo di approfondimento sia necessario 🙂

      • frafalla 19 novembre 2009 a 15:15 #

        Il mio alter ego è un po’ offeso. Io ti ringrazio! 😀

  2. frafalla 24 novembre 2009 a 07:52 #

    “Candidare una tecnologia di comunicazione al nobel per la pace è l’ennesima riprova che la pace non è nel DNA dell’uomo. Non c’è occasione durante la giornata in cui non assistiamo alla beligeranza contro i nostri simili per ogni azione che invade le nostre conquiste. Senza arrivare a citare la violenza gratutita negli stadi, pensiamo ai litigi agli incroci quando il semaforo è rotto. E’ in queste piccole cose che si vede la nostra natura. Andiamo ai cortei per la pace e mettiamo la bandiera sul balcone, ma poi andiamo in banca a comprare i fondi “quelli che rendono” non importa se sono legati ad aziende che operano senza etica e sfruttando i paesi poveri. Ma la nostra coscienza è salva perchè l’arma del delitto non è in mano nostra.
    Questa assurda iniziativa sta già facendo proseliti su facebook dove sono sempre tutti pronti ad accendere una candelina virtuale per i terremotati di turno. Intanto accoltellano il collega di fianco per fare carriera e ordinano l’ultimo modello di SUV.
    Siamo specialisti nella tecnica di sciaquarci la coscienza: una candela in chiesa, una su facebook, 50 euri all’anno per mantenere un povero bimbo sperduto in qualche villaggio in africa (ma che non venga a casa nostra per favore !!), votiamo a sinistra perchè è li che stanno i buoni e i giusti, ma poi mandiamo i figli a scuola dai salesiani e facciamo un secondo lavoro in nero.
    La pace è una chimera che non appartiene al genere umano. Inganniamo noi stessi quando diciamo di volere la pace. Vogliamo prima di tutto il nostro benessere sfruttando ogni modo, lecito o meno.
    Diamo il nobel a chi, tra gli esseri umani, ha davvero fatto qualcosa mettendo in gioco la sua pelle e non le candeline virtuali. Ma accettiamo che di persone veramente cosi nei fatti e non solo nelle parole che ne saranno 1 su un milione”
    . (ringrazio Tom Presotto, autore di questo interessante commento lasciato in Linkedin nel gruppo Comunitàzione alla discussione che ho aperto sull’argomento)

    “Condivido pienamente ogni tua considerazione. Le mie perplessità sulla candidatura di internet risiedono nel fatto che sia un oggetto e che l’ideatore di questa iniziativa l’abbia definito un’arma (cosa che conferma quanto hai appena esposto sulla natura belligerante dell’uomo). Per il resto, è proprio vero che a parole l’uomo è sempre un santo e nei fatti il male impersonificato! E’ brutto pensare che la pace sia una chimera, ma in effetti la storia ce lo dimostra e continua a dimostrarlo. Mi chiedo perché sia così difficile trasformare in pratica tutte le buone teorie che l’uomo continua a sfornare?! In fondo c’è qualcosa di buono in ognuno di noi, solo che è una fiammella che non riusciamo ad alimentare e al primo soffio d’alito maligno lasciamo che si spenga”. (questa è stata la mia risposta)

    • violaceo 24 novembre 2009 a 10:41 #

      non so è un discorso che non mi convince troppo.
      è vero che internet è un oggetto, ma anche tante altre cose. Internet è anche un’idea e ha alle spalle delle persone, delle menti, dei volti, tantissimi volti.
      Non vedo niente di male a non associare il premio ad un nome ed un cognome e soprattutto non vedo il nesso tra una candidatura di questo tipo l’esilio dal mondo degli umani del concetto di pace, con tutte le considerazioni negative (che in parte posso condividere) che seguono.

  3. cubpalpnapy 12 dicembre 2009 a 23:38 #

    Awesome… very cool subject. I’m going to blog about it also.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: